Da Parma al Canada: il grande salto della cannabis EasyJoint

Tratto da: https://parma.repubblica.it/cronaca/2018/11/16/news/da_parma_al_canada_il_grande_salto_della_canapa_easyjoint-211793283/
Da Parma al Canada: il grande salto della cannabis EasyJoint

Il fondo di investimento Lgc Capital investe 4,8 milioni nell’azienda parmigiana

Il fondo di investimento internazionale Lgc Capital di Toronto è entrato in EasyJoint, società attiva nel settore della cannabis light made in Italy fondata dal parmigiano Luca Marola.

Lgc Capital ha sborsato 4,8 milioni di euro per il 47% di EasyJoint. Si tratta (fra contanti e azioni) del più grande investimento mai avvenuto nel settore della cannabis light e della canapa italiana.

“La trattativa è iniziata a marzo e si è conclusa sabato scorso con l’ingresso di una realtà importante nel mercato italiano. Stiamo lavorando anche per portare i negozi in Canada” conferma Marola.

Che adesso pensa al mercato della cannabis terapeutica, con un alto valore di Thc. Easyjoint conta circa 450 punti vendita e negli ultimi 10 mesi ha registrato un volume di vendite di circa 4 milioni di euro a conferma del boom del settore.

In Italia, tuttavia, dopo il provvedimento del precedente Governo sul riconoscimentpo della produzione e del commercio della arijuana light, il rischio è che parte del Governo faccia un passo indietro.

John McMullen, ceo di Lgc Capital: “EasyJoint rappresenta una opportunità di investimento significativa per noi. E l’Italia, con una popolazione di 60milioni di abitanti, è uno dei mercati chiave in Europa”.

L’avventura imprenditoriale di Marola è iniziata a Parma 18 anni fa con il negozio Canapaio Ducale: “È stato uno dei pionieri del fenomeno dei grow shop in Italia. Aprendo nel settembre del 2002 siamo uno tra i più antichi negozi di settore ancora in attività. Il mercato della cannabis light, i fiori di canapa a basso contenuto di Thc, è nato proprio a Parma e nel Canapaio Ducale”.

“Grazie all’esperienza quasi ventennale e alla conoscenza del settore – ha raccontato a Repubblica Parma – abbiamo concepito un prodotto che è, dopo 14 mesi dal lancio, rivoluzionario. Con la cannabis light abbiamo creato un fenomeno sociale, di costume, mediatico, agricolo, commerciale e imprenditoriale gigantesco. EasyJoint, il nostro marchio di cannabis light, che ha sede a Parma, sta compiendo una rivoluzione culturale impensabile fino all’anno scorso. E tutto questo serve a preparare l’opinione pubblica all’auspicabile legalizzazione e regolamentazione della cannabis. Come è avvenuto già in molti stati Usa ed Uruguay e come in Canada”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: